Home > Articoli > Neuropsichiatria infantile e covid-19: per fare una rete non basta un filo

Neuropsichiatria infantile e covid-19: per fare una rete non basta un filo

Potenziare i servizi territoriali, i percorsi semiresidenziali e residenziali riabilitativi: ecco cosa chiedono a gran voce 150 professionisti di Neuropsichiatria Infantile. Ansia, depressione, fobie, ritiro sociale, patologie distruttive e suicidalità sono in continuo aumento tra i giovani. Contribuire al loro percorso di crescita e creare un nuovo modello di lavoro adeguato ai loro bisogni è diventata ormai un’urgenza impossibile da ignorare.

RICHIEDI INFORMAZIONI